• Home
  • Clinica e diagnostica del tumore prostatico

Clinica e diagnostica del tumore prostatico



Il Radiologo Dr G.Campisi e l'Urologo Dr S.Lilliu , ci illustrano alcuni dati statistici sulla patologia prostatica tumorale.
 
E' emerso da uno studio effettuato negli U.S.A. , che si ha un Incidenza di 300000 nuovi casi all'anno, con un tasso di Mortalità di 44000 persone all'anno. Mentre uno studio effettuato in Euro, si ha un Incidenza di 240000 nuovi casi all'anno, con un tasso di Mortalità di 35000 persone all'anno.
 
I ricercatori hanno dimostrato che circa il 70% degli uomini oltre gli 80 anni presentano un tumore prostatico anche se nella maggior parte dei casi la malattia non da’ segni di sè’ e viene trovata come riscontro autoptico.
 
La probabilità di ammalarsi potrebbe essere legata  ad alti livelli di ormoni come il TESTOSTERONE, che favorisce la crescita delle cellule prostatiche, e l'ormone IGF1  simile all'insulina, ma che lavora sulla crescita delle cellule e non sul metabolismo degli zuccheri; i casi raddopiano se c'è stato un famigliare di 1° con patologie simili oppure può incidere uno scorretto stile di vita ( dieta -obesità- antiossidanti ).
 
La diagnosi del carcinoma prostatico viene eseguita attraverso il PSA (acronimo di Prostate Specific Antigen), è una proteina sintetizzata dalle cellule della prostata. Piccole concentrazioni di antigene prostatico sono normalmente presenti nel siero di tutti gli uomini e si possono valutare tramite un semplice esame del sangue.
 
Scopri di più sulla patologia prostatica tumorale, guarda la presentazione realizzata da Dr. G.Campisi e Dr. S.Lilliu , nel sito Ecografiacagliari.it , dove troverete tanti contenuti scientifici, pubblicati dal Dr. G.Campisi .